SENTINELLE CHRETIENNE

Bienvenue sur mon blog: Homme 76 ans Retraité, Chrétien Évangélique, poète et écrivain publie sur blogs, n’aime pas la polémique ni la vulgarité, aime beaucoup les bonnes fructueuses échanges d’opinions. J’ai besoin de vos commentaires d’encouragement.

 
  • Accueil
  • > Archives pour le Mercredi 30 juin 2010

Il Secondo secolo della Chiesa 30 juin, 2010

Classé dans : Religione — Sentinelle Chrétienne @ 11:16

Nel 125 fu eletto Papa l’VIII° Vescovo di Roma Telesforo di Turi in Grecia, vi rimarrà fino allanno 136. Nel frattempo, nelle isole Egee Adriano riceve da un padre apologista greco di nome Quadrato, il primo documento nel quale si trova un accenno alle persecuzioni cristiane (si ritiene che sia la più antica difesa del cristianesimo rimastaci, tutti gli altri sono accenni indiretti più o meno inverosimili).

Nel 134, a Gerusalemme, che Adriano aveva lasciata lo scorso anno 133, affidando la sovranità del territorio a Giulio Severo con l’ordine di  stroncare gli attacchi di guerriglia che gli Ebrei conducevano contro i Romani e che causavano perdite ingenti, visto che non riusciva a efficacemente portare a termine il compito prese una decisione.

Insomma, dato che la situazione si era fatta grave, Adriano dovette prepararsi durante l’autunno  e linverno per intervenire di persona contro la furia fanatica ebraica con un progetto decisivo e definitivo.

Ai romani che non capivano un tale accanimento per la difesa della religione da parte degli Ebrei, più forte che la difesa del proprio territorio, ai quali sfuggiva l’essenza propria
della religione Ebraica perché a loro mancava quella spiritualità così forte negli Ebrei e provocava in loro come una brutta forma di gelosia religiosa
.

Sapere che altri andavano più lontano, sia esso solo in campo religioso, era insopportabile per i Romani, erano forse questi i veri motivi per cui odiavano sia i Giudei che i Cristiani.

Perfino Tacito di cui conosciamo la grande capacità di scrutare l’anima umana,  non capiva e provava odio contro gli Ebrei e si sentiva a sua volta odiato da loro, egli, come tutta la società romana confondeva i cristiani con gli ebrei e li coinvolgeva nello stesso odio.

Rimase stupefatto, come lo sarà Adriano, nel vedere con quale fanatismo si poteva lottare e morire per una fede che sembrava incrollabile.

Accueil

/author/salvatorecomisi/

 

 
 

koki |
EGLISE DE DIEU Agapè Intern... |
UNION DES EVANGELISTES INTE... |
Unblog.fr | Annuaire | Signaler un abus | bornagain
| وَلْ...
| articles religieux