SENTINELLE CHRETIENNE

Bienvenue sur mon blog: Homme 76 ans Retraité, Chrétien Évangélique, poète et écrivain publie sur blogs, n’aime pas la polémique ni la vulgarité, aime beaucoup les bonnes fructueuses échanges d’opinions. J’ai besoin de vos commentaires d’encouragement.

 
  • Accueil
  • > Archives pour le Mardi 15 juin 2010

L’Evangelo di San Luca 15 juin, 2010

Classé dans : Religione — Sentinelle Chrétienne @ 10:16

E’ del 90 la stesura dell’evangelo di S. Luca e degli Atti degli Apostoli. Luca era un medico siriano, un uomo colto, convertito dal paganesimo, fu evangelista e compagno di Paolo, troviamo i suoi saluti assieme a quelli di Paolo che da Roma scrisse l’epistola alla Chiesa dei Colossesi e a Filimone Nella seconda epistola a Timoteo Paolo rende una bella, commovente testimonianza ”solo Luca è con me”

Gli Atti degli Apostoli ci rivelano che Luca partecipò, almeno in parte, agli ultimi viaggi di S. Paolo in oltre è certo che Luca conobbe molti testimoni della vita di Gesù, proprio per questo egli preparò la stesura del suo Evangelo con una più accurata ed approfondita indagine degli altri due Evangeli che avevano una matrice giudeo – ellenistica ai quali si riallaccia.

Nell’Evangelo e negli Atti scritti in un periodo dove la Chiesa è in un periodo di forte impulso missionario, e quindi di forte espansione del Verbo di Cristo verso i pagani, troviamo una presentazione della predicazione diversa dalla mentalità tradizionale ebraica.

Nel suo Evangelo, Luca inizia il suo racconto dandoci alcuni e vari momenti dell’infanzia di Gesù e ci offre una documentazione di fondo della fede cristiana. Egli ci presenta il Cristo come il Salvatore dell’intero genere umano, rilevando con particolare forza la bontà e l’amore di Gesù Cristo per tutti i peccatori.

La nascita del Salvatore è posta all’inizio dell’Evangelo come collegata con la storia dell’impero di Roma. Come lo fa Paolo, Luca ci mostra Gesù in lotta contro il settarismo farisaico che non vuole accettarlo quale egli è, il Salvatore misericordioso che si indirizza soprattutto verso i peccatori ed i rigettati dalla società, cioè ai malati bisognosi di cure e di salvezza.

In molti passi, come nella parabola del figliol prodigo, viene dimostrato l’amore di Dio che si è fatto uomo, utilizza un altro metro che quello umano perché Gesù salva i peccatori (i malati) e non i presuntuosi farisei che non hanno bisogno di salvezza (per i farisei la stretta osservanza della legge da il diritto ad essere ricevuti da Dio).

Luca ci presenta Cristo che non misura l’uomo secondo la quantità di peccati ma secondo la qualità della loro fede in Lui, dandoci spesso una impressione viva della sua azione con gli esseri umani con l’illustrazione commovente di dettagli meravigliosamente psicologici.

Accueil

/author/salvatorecomisi/

 

 
 

koki |
EGLISE DE DIEU Agapè Intern... |
UNION DES EVANGELISTES INTE... |
Unblog.fr | Annuaire | Signaler un abus | bornagain
| وَلْ...
| articles religieux