SENTINELLE CHRETIENNE

Bienvenue sur mon blog: Homme 76 ans Retraité, Chrétien Évangélique, poète et écrivain publie sur blogs, n’aime pas la polémique ni la vulgarité, aime beaucoup les bonnes fructueuses échanges d’opinions. J’ai besoin de vos commentaires d’encouragement.

 

La Chiesa primitiva é Evangelica 5 juin, 2010

Classé dans : Religione — Sentinelle Chrétienne @ 10:48

La Chiesa dei primi Cristiani fu sin dall’inizio una Chiesa Evangelica, cioè una Chiesa che annunziava l’Evangelo, la buona notizia della salvezza in Cristo, e solo in Lui. (Evangelo = buona novella). Sarà molto più tardi ch’essa  diviene Cattolica e Romana, quando impone la sua supremazia su tutte le altre Chiese del mondo allora conosciuto.

I primi Cristiani furono gli Ebrei i quali pensavano che l’annunzio della salvezza era indirizzato solo alla gente del loro popolo, ma Pietro e Paolo furono convinti da Dio della universalità della salvezza in Cristo, perciò dopo la visione riportata in Atti 10 e la conferenza di Gerusalemme di Atti 15 il campo missionario fu esteso a tutto il mondo.

I cristiani evangelizzavano i popoli, come lo fanno ancora oggi tutti gli evangelizzatori, annunziando il ritorno di Gesù Cristo sulla terra per regnare su un mondo diverso da quello che conosciamo, un mondo di pace, di giustizia e di amore, un regno possibile sulla terra liberata dalla presenza e dall’influenza di Satana.

Non è stato rivelato quando ciò succederà, non si conosce una data, ma sappiamo che prima che Cristo ritorni bisogna che questo Evangelo sia annunziato “A tutta la terra”

In tutto l’impero romano, il mondo allora conosciuto vi furono degli Evangelisti che fondarono delle Chiese ovunque andarono, e perciò anche a Roma dove verso l’anno 40 vi fu l’insediamento di una piccola comunità di Cristiani, forse degli schiavi deportati dalla Giudea dove nel corso di quell’anno si erano verificati degli incidenti, dei disordini fra Ebrei.

Paolo fu il più grande viaggiatore per Cristo, dopo Damasco e Antiochia inizia il suo primo viaggio missionario, dal 45 al 49, che lo porta a Cipro, in Panfilia e Psidia, in Liconia e nell’Asia Minore. Egli invia da Corinto la sua “Epistola ai Romani“ Paolo si recò a Roma più tardi, in catene, a causa dei disordini provocati dai suoi connazionali a Gerusalemme che lo fecero arrestare come sovversivo.

Paolo accusato ingiustamente chiese che in quanto romano di nascita fosse portato a Roma per discolparsi davanti a Cesare. Dopo un naufragio nel quale nessuno perse la vita grazie ai consigli di Paolo, fu messo agli arresti in casa e dopo due anni, processato fu messo a morte.

 

Accueil

/author/salvatorecomisi/

 

 

Commenter

 
 

koki |
EGLISE DE DIEU Agapè Intern... |
UNION DES EVANGELISTES INTE... |
Unblog.fr | Annuaire | Signaler un abus | bornagain
| وَلْ...
| articles religieux